BOLLETTE ADDEBITATE SU CONTO CORRENTE SCOPERTO


Dal primo gennaio sono entrate in vigore le nuove normative dell’ Autorità bancaria europea, che vietano lo sconfinamento dal conto corrente anche per poche centinaia di euro per il pagamento delle bollette domiciliate  presso la banca di competenza. 


Andiamo a precisare qualche dettaglio importante. 


Per coloro che possiedono un fido collegato al conto corrente non cambia nulla,  in quanto la bolletta potrà essere coperta dal fido  che la banca ha accordato.  


Per tutti gli altri invece se, fino adesso gli istituti bancari concedevano lo sforamento per piccoli importi al fine di provvedere al pagamento delle bollette, d'ora in poi tale flessibilità non sarà più possibile, in quanto è la normativa entrate in vigore che lo impedisce.   


Segnaliamo inoltre che l'iscrizione alla centrale rischi finanziari (CRIF) non è automatica in caso di mancato pagamento  della bolletta, ma occorrono una serie di mancati pagamenti  e il consumatore deve essere sempre avvisato in tempo per poter rientrare. 


Consigliamo pertanto di tenere sempre sotto controllo il proprio conto corrente e di controllare il buon fine dei pagamenti. In caso di ritardo bisogna avvisare tempestivamente il creditore e provvedere al pagamento il prima possibile. 


Restiamo a vostra disposizione per altre informazioni in merito e per aiutarvi a gestire qualunque tipo di problematica collegata alle utenze