I contribuenti che sostengono spese legate ai cosiddetti “bonus casa” (dalle ristrutturazioni edilizie al risparmio energetico, fino ad arrivare al più recente Superbonus 110%) possono chiedere lo sconto in fattura all’impresa o cedere il credito a banche e intermediari finanziari, alternativamente alla fruizione diretta della detrazione nel 730 o nel Modello REDDITI. 


Tale possibilità è stata introdotta a partire dal gennaio 2020, grazie al Decreto Rilancio 34/2020, e vale anche per i lavori svolti nel 2021 e quelli che verranno eseguiti nel 2022. 


Previo consenso della ditta che esegue i lavori o della cessionaria che assorbe il credito, la comunicazione deve essere inoltrata all'agenzia delle entrate entro il 16 marzo dell'anno successivo l'esecuzione dei lavori . 


Per semplificare l’operazione, il contribuente può avvalersi degli intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni fiscali. 


Ciò significa che la nostra struttura è disponibile ad assistervi nel disbrigo di tale procedura, senza la quale non sarebbe infatti possibile portare a termine l’opzione.


Contattateci per fissare un appuntamento!